• Home
  • keyboard_arrow_right News
  • keyboard_arrow_right Resto al Sud 2.0

News

Resto al Sud 2.0

Micreohub 13 Maggio 2024


Background
share close

Resto Al Sud 2.0 è l’incentivo adatto per avviare o espandere una attività imprenditoriale nelle Regioni del Mezzogiorno. La misura, rivolta a giovani con meno di 35 anni, donne e persone in difficoltà lavorativa, sostiene le imprese con voucher e contributi a fondo perduto. Qui una breve guida.

Resto Al Sud 2.0

Resto Al Sud 2.0: l’incentivo in breve.

Resto Al Sud 2.0 è l’insieme di incentivi promossi da Invitalia per i giovani con meno di 35 anni, donne e persone in difficoltà lavorativa che vogliono avviare o espandere una attività d’impresa nel Mezzogiorno e in alcune aree fragili d’Italia – in Molise, Campania, Calabria, Puglia, Basilicata, Sardegna, Sicilia e nelle zone del Centro colpite dagli eventi sismici.

In particolare, Resto Al Sud prevede la concessione di voucher da 40mila o 50mila euro per l’acquisto di beni e servizi o, in alternativa, contributi a fondo perduto dal 70% al 75% fino a 200mila euro.

Requisiti per Resto al Sud 2.0

Resto Al Sud mira a sostenere i giovani under 35, le donne e le persone in difficoltà lavorativa che vogliono avviare o espandere una impresa nel Mezzogiorno.

Per persone in difficoltà lavorativa si intendono, ad esempio, coloro che

  • vivono in condizioni di marginalità, vulnerabilità e discriminazione – così come definite nel Piano Nazionale Giovani, Donne e Lavoro 21-27
  • sono inoccupati, inattivi, disoccupati da oltre 12 mesi
  • sono beneficiari di ammortizzatori sociali (come NASPI) o destinatari delle misure del Programma GOL  – Garanzia di Occupabilità dei Lavoratori

Imprese ammesse a Resto Al Sud 2024

Sono ammesse agli incentivi le iniziative economiche per l’avvio e l’espansione di attività di lavoro autonomo, imprenditoriale, libero-professionale in forma individuale e collettiva.

Per forma individuale si intende l’apertura di partita IVA finalizzata alla costituzione di ditte individuali o per lo svolgimento di libera professione.

Per forma collettiva si in tende la costituzione di società

  • in nome collettivo
  • in accomandita semplice
  • a responsabilità limitata
  • cooperative
  • tra professionisti

Caratteristiche dell’incentivo.

Resto Al Sud 2.0 prevede l’erogazione di aiuti a fondo perduto concessi nella forma di:

  • voucher di avvio in regime de minimis per l’acquisto di beni, strumenti e servizi per un importo massimo di 40mila euro. Fino a 50mila nel caso di beni e servizi innovativi, tecnologi, digitali, orientati alla sostenibilità ambientale o al risparmio energetico
  • un aiuto in regime de minimis in forma di contributo a fondo perduto fino al 75% per programmi di spesa inferiori a 120mila euro
  • un aiuto in regime de minimis in forma di contributo a fondo perduto fino al 70% per programmi di spesa tra i 120mila e i 200mila euro

Cosa finanzia Resto Al Sud 2.0

Le spese ammesse al finanziamento prevedono

  • l’erogazione di servizi di formazione e supporto
  • tutoraggio e assistenza tecnica
  • interventi di sostegno all’avvio della attività

Come puoi richiedere l’incentivo

La misura non è ancora operativa e le modalità per richiedere l’incentivo saranno specificate a breve.

Molto probabilmente, come già accaduto con Resto Al Sud, sarà necessario inoltrare la domanda sul sito di Invitalia.

Come possiamo aiutarti.

Aiutare le imprese a crescere è il nostro mestiere (e qui te lo spieghiamo per bene!)

Abbiamo maturato una lunga esperienza nell’ambito della finanza agevolata e abbiamo già assistito tanti imprenditori, le storie di chi ha fatto impresa con noi lo dimostrano.

Possiamo accompagnarti anche ora!

Non esitare a scriverci o chiamarci.

Rate it
Previous post

Facebook