• Home
  • keyboard_arrow_right News
  • keyboard_arrow_right #30 Piccola Rassegna di Microfinanza

News

#30 Piccola Rassegna di Microfinanza

Micreohub 16 Luglio 2022 7


Background
share close

La direzione dell’economia: quale strada sta percorrendo l’Italia?

I dati resi disponibili dagli approfondimenti della settimana mostrano la direzione che l’economia sta imprimendo al Paese tutto e ci permettono di rispondere alla domanda: quale strada stiamo percorrendo come società?

I numeri, infatti, parlano chiaro. E tracciano il profilo di un’Italia a tre dimensioni. Un Paese marcato da un divario complesso tra Nord e Sud, dove a pesare è una distanza in termini di qualità istituzionale.

Un Paese con un’impresa che invecchia, in cui in 10 anni sono circa 130mila in meno le posizioni apicali in azienda ricoperte dai più giovani.

Un’Italia più ingiusta perché alla crescita del PIL non corrisponde la crescita dei redditi con un aumento della platea di chi è privato della possibilità di un vero consumo.

In questo contesto la microfinanza e la finanza agevolata possono agire da leve di cambiamento soprattutto a favore delle nuove generazioni. A patto, però, che la divulgazione delle misure e dell’assistenza tecnica sia poderosa e capillare.

I divari tra Sud e Italia

La Banca d’Italia ha di recente pubblicato un report che deve diventare punto di riferimento per le riflessioni sul Mezzogiorno d’Italia. Più del divario economico, diffuso in diversi Paesi europei, a caratterizzare il Sud è quello di qualità istituzionale.

Lo scrive Giuseppe Coco in un articolo del Corriere del Mezzogiorno rilanciato da Fondazione Merita QUI.

L'imprenditoria italiana invecchia

L’impresa italiana diventa sempre più anziana: in 10 anni sono sempre meno gli under 50 alla guida delle aziende. Dal 2011 al 2021 sono 130mila in meno le posizioni apicali ricoperte dai giovani e che riguardano ruoli come titolare, amministratore, socio.

Lo sottolinea un’indagine Infocamere sulla base dei dati del Registro delle Imprese delle Camere di Commercio. L’articolo e l’infografica di formiche con i numeri QUI.

Crescita del PIL senza crescita delle retribuzioni

L’analisi dei dati ISTAT e INPS mostra come in Italia il PIL stia crescendo ma le retribuzioni no. Il dato evidenzia l’esigenza di una politica dei redditi più giusta: sono infatti circa 10 milioni i cittadini di fatto privati della possibilità di un reale consumo.

Lo scrive il Professor Alessandro Volpi dell’Università di Pisa sulla rivista Altreconomia, QUI.

Rate it
Previous post

Facebook